martedì 22 ottobre 2013

EdS - Prima Prova: Facciamo chiarezza


Di solito il neo laureato che si avvicina per la prima volta all'Esame di Stato ha la testa piena zeppa di 'leggende metropolitane' sulle varie prove, dai manuali 'leciti' ('Si può portare alla prima prova l'opera completa dello Zevi compreso il manuale per la costruzione in terra cruda di residenze intensive per formiche alate?' cit.)  alle follie sulla commissione ('E' vero che il commissario richiede la biografia anno per anno di Bernini?' cit.). 
Vediamo di sfatarne alcune.



L'Esame di Stato di Architettura è regolato dal D.P.R. N. 328 del 5.6.2001 che indica con precisione quale dovrà essere il contenuto delle prove:

Sezione A  Settore Prova pratica Prima prova scritta Seconda prova scritta  Prova orale
Architettura la progettazione di un'opera di edilizia civile o di un intervento a scala urbana; giustificazione del dimensionamento strutturale o insediativo della prova pratica  problematiche culturali e conoscitive dell'architettura commento dell'elaborato progettuale e nell'approfondimento delle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale
Pianifiazione territoriale l'analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale ed ambientale  legislazione urbanistica materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale
Paesagistica le tematiche paesaggistiche ed ambientali temi di cultura ambientale e paesaggistica materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale
Conservazione dei beni architettonici e ambientali  temi di cultura e tecnica della conservazione  temi di cultura e tecnica della conservazione  materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale
Sezione B Architettura viluppo grafico di un progetto esistente o nel rilievo a vista, e nella stesura grafica di un particolare architettonico valutazione economico-quantitativa della prova pratica tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il percorso formativo materie oggetto delle prove scritte, e in legislazione e deontologia professionale
Pianifiazione territoriale analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale ed ambientale analisi e valutazione della compatibilità urbanistica di un'opera pubblica tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il percorso formativo materie oggetto delle prove scritte e in legislazione e deontologia professionale

Al di là di quello che c'è scritto sul decreto, ogni commissione ha AMPIA discrezione (e fantasia) di redigere le prove. Quindi è utile prepararsi al meglio anche sugli argomenti non menzionati dal decreto ma che sono strettamente collegati ad essiE' molto utile (ma a volte fortemente forviante) regolarsi con le prove delle sessioni precedenti. In questo caso sono un po' più facilitati gli abititandi della II sessione. 
Su Facebook ci sono molti gruppi di discussione, divisi per sede, ad esempio: AversaCamerinoPalermoReggio Calabria , Venezia, Camerino, Pescara, Firenze, Roma, Venezia (ne conoscete altri? Segnalateceli!).
Queste sono le linee guida sommarie per orientarsi durante le prove dell'Esame di Stato. Se non l'avete ancora fatto date uno sguardo alla pagina S.O.S. Esame di Stato. Seguiteci su Facebook oppure cinguettate con noi su Twitter per gli aggiornamenti!

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Followers

Be ArchiStar Copyright: Don't use photos without permission or in incorrect way. Powered by Blogger.

SUBSCRIBE TO NEWSLETTER

HAI GIA' SOSTENUTO L'ESAME DI STATO?

Archivio blog

Cerca