martedì 16 luglio 2013

EdS - Orale: come organizzarsi

Se la prima pratica e la seconda prova scritta sono andate bene, non battiamo la fiacca e  iniziamo a preparare l'orale, anche se manca più di un mese all'esame. 





Secondo le direttive ministeriali l'orale consiste " nel commento dell'elaborato progettuale e nell'approfondimento delle materie oggetto delle prove scritte nonchè sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale ". 
In pratica...tutto quello che abbiamo studiato negli anni universitari oltre ad alcuni argomenti, come deontologia, sicurezza e normative varie, sconosciuti spesso ai più. 

Come districarsi fra mille tematiche diverse?

Per prima cosa ci occorre un buon manuale a cui far riferimento. 
Uno dei testi più usati è il 'Prontuario tecnico urbanistico amministrativo' di Ceccarelli, edito Maggioli  Editore. 
Si tratta di un testo-guida che contiene al suo interno l'intero scibile legato all'architettura e all'edilizia: dai piani urbanistici alla normativa antincendio ma anche tecniche costruttive e norme deontologiche. 
Un volume davvero completo e che scoraggia spesso chi lo deve aprire la prima volta. Se non l'avete mai sfogliato potrebbe essere utile farsi un'idea del contenuto leggendo il sommario e cercare di capire quanto e per quanto tempo è necessario studiare per l'orale.


Come prepararsi  all'orale

Il manuale e la preparazione in generale si articola in tre parti principali:
  1. Urbanistica e piani urbanistici, procedure edilizie, vincoli, norme ambientali, prevenzione incendi, opere pubbliche; 
  2. Pratica professionale dell’architetto e norme deontologiche;
  3. Tecnologia dell’architettura.

Il segreto per superare l'orale dell'Esame di stato, dunque, è quello di iniziare a ripassare per tempo tutte le leggi, le normative e gli articoli che ci tediano da sempre e studiare tutto ciò che ci sfugge ancora.

 Anche in questo caso, come per la prima prova pratica, non sarete valutati per la vostra creatività, ma per conoscenza della materia legislativa.  Dunque, largo agli schemi e ai riassunti per facilitare la memorizzazione di nomi e numeretti. 

Ricordate, inoltre, che durante l'orale dovrete discutere anche della prima prova pratica. Se non avete completato lo scritto o se siete insicuri su qualcosa, vi conviene preparavi anche sulle possibili domandi che potrebbero farvi a riguardo. 
Ad esempio, è stata rispettata la quantità minima di parcheggi? C'è sufficiente spazio di manovra? I collegamenti verticali sono ben distribuiti? L'edificio è adattabile / accessibile / visitabile? Gli spazi interni rientrano nei limiti di legge? Le altezze sono sufficienti per la destinazione d'uso? Dovete essere in grado, insomma, di rispondere a tutte domande 'insidiose' che vi potrebbero far cadere proprio ad un passo dall'abilitazione.

Continueremo a parlare di Esame di Stato e di come prepararsi per superare brillantemente l'Orale. Seguiteci su Facebook oppure cinguettate con noi su Twitter per non perdervi tutti gli aggiornamenti!

1 commento:

  1. molto interessante faro' leggere a mia nipote che l'anno prossimo dovrà affrontare l'esame.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Followers

Be ArchiStar Copyright: Don't use photos without permission or in incorrect way. Powered by Blogger.

SUBSCRIBE TO NEWSLETTER

HAI GIA' SOSTENUTO L'ESAME DI STATO?

Archivio blog

Cerca